nicolerenaudcouleurs
 
< in dietro

filmati
couleurs dal vivo al'opéra di limoges
estratti, 2'58"
 
       
         
couleurs, è una storia d'amore vista attraverso i colori, in cui ogni canzone è un colore. è un concerto multimediale: le traduzioni dei testi sono proiettate dal vivo sul vestito. parole: nicole renaud ; musica: n. renaud & uli geissendoerfer ; scenografia e costumo: jacques perdigues
 
 

preludio
     
 
  il grigio – abbraciami nel grigio ...        
abbraciami nel grigio,
dopo il giorno, prima della notte,
dietro il silenzio e la pioggia,
lontano dagli sguardi e lontano dai rumori.
abbracciami nel grigio,
molto lontano da lei, quanto da lui,
dietro il paravento fiorito,
vicino alle statue addormentate.

abbandonàti alla preghiera,
scomparire sul fondo dell'inverno,

cancellare le tracce, i limiti,
scegliere il buio alla luce.
abbraciami nel grigio,
occhiolino, al riparo,
sotto le nubi che fuggono,
nel vacuo mezzogiorno.
abbraciami nel grigio,
in dolcezza, per magia,
sul canapé dell'oblìo,
conducimi verso l'infinito ...
o
     
                                 
il bianco – Voglio offrirti il bianco ...    
voglio offrirti il bianco,
l'invisibile.
possa la mia canzone stare con te
un sussurro.
possa splendere il mio cuore lieve,
tranquillo,
anche quando sei via,
irragiungibile.

il bianco verso il blu del cielo,
fiocchi di neve eterna,
la mi trasparenza.
sensa brina, sensa valanghe,
la tua speranza.

je veux te donner le blanc,
l’indicible,
pur et léger sentiment,
irréversible.
       
  il verde – disegni il paesaggio del mio corpo ...      
                             
disegni
il paesaggio
del mio corpo.
verdi praterie,
tenere vallate,
altro ancora ...
a monte dei tuoi baci,
a monte dei tuoi baci,
verdi praterie, tenere vallate,
e a monte dei tuoi baci.
    così' sono
la tua opera,
il tuo tesoro.
una nuvola,
la speranza,
l'aurora.
una donna, una fata,
sotto l'effetto dei tuoi baci
una donna, una fata,
sotto l'effetto dei tuoi baci
   
                                           
  il giallo – nei raggi gialli del sole ...                    
                                     
acque profonde e cieli oscuri, non temerò.
ombre e nuvole pesanti spariranno.
giorni vuoti, legami spezzati, lacrime amare,
portate via con la chiara lenta marea.
pensieri ombrosi, i soliti ricordi
ore buie, melodie minori,
sentire tempestoso, misteri,
dispersi nella luce, nella brezza.

 

      nei raggi gialli del sole,
come se nascessi all'alba.
nei raggi gialli del sole,
come se la mia vita fosse appena iniziata.
(...)
                                 
                                 
                                             
  red – ti invio del rosso ...                    
                                       
lasciamo il paesaggio in corsa,
a cancellare la città dietro di sè,
dispiegare lento la mia mente.
mentre il treno mormora la sua ninnananna,
lasciamo fiammeggiare cieli ardenti,
un nuovo sorriso brilla sul mio viso.
come il giorno sbiadisce nella luce d'autunno,
guardo gli alberi nelle braccia del sole.
      ti invio del rosso
je t'envoie du rouge
ti invio un po' d'amore
une pensée d'amour

(...)

         
             
  il nero – mi chiedi "parlami del nero" ...    
trattienimi in fondo al corridoio,
mi chiedi: "parlami del nero ...
bella sirena del mistero ...
e la temperatura del mare?"
e con il tuo carboncino da maestro,
disegni il perimetro,
gli scuri contorni delle mie occhiaie,
un enigma tu distingui.
mi tuffo nel lago profundo
del tuo corpo e della passione,
sensa esitare, sensa riflettere,
sensa mai pensare al peggio.
sulle rupi del tuo desiderio,
nella luce del piacere,
mi accogli e illumini,
la mia gioia si cristallizza..

dunque, non son riuscito a vedere il nero ...

   
               
  l'argento – la tua follia d'argento ...        

la tua follia d'argento sfavilla nell'oscurita,
come la lama affilata del coltello.
riflette il mio sorriso. non ho paura di te.
strapperai il velluto del mio corpo,
sprezzerai la catena del mio segreto,
ma non trafiggerà il mio cuore.
la tua follia non mi ucciderà.

                         
               
  il blu – la notte blu ci consuma ...    
la notte blu ci consuma.
solo un sospiro di nebbia
rimane al mattino,
la cenere dei nostri gesti.
la lunga notte ci brucia
nel suo braciere di luna
e ridotti al niente
i nostri corpi incandescenti.
(...)
  un eco di tenerezza
traversa il silenzio.
un profumo di angoscia
mi ubriaca, dopo la pioggia dirotta.
faccio appello alle deesse,
alle potenze celesti,
che sempre si rinasca,
mai la vita finisca.
(...)
 
                     
stampa                  
                     
corriere mercantile
"nicole renaud: musica, versi e moda ... uno dei momenti clou di questa edizione del festival ..." (19 giugno 2011)
> leggere l'articolo
   
                     
il secolo XIX
"originale e anticonformista ... dimensione onirica." (19 giugno 2011)
> leggere l'articolo
     
                   
                     
wall text: rotating galleries newsletter
"dipingere cantando ... estetica surreale e musique eterea." (luglio 2011)
> leggere l'articolo
         
                   
                     
il mattino
la performance: un viaggio sonoro e visivo nei colori
"... soprano dalla voce d'angelo... originalissima fisarmonica trasparente e luminosa ... un ora da sogno ... a romantico viaggio visivo e sonoro nelle pieghe dell'anima e dell'amore ... un format dinamico ... un risultato magico ..." (24 ottobre 2010)
> leggere l'articolo
   
                                                 
                                                       
accordéon-accordéonistes review "couleurs"
" ... in questo album, l'universo sonoro di nicole renaud è bianco come la neve, puro, trasparente, lirico, elettroacustico. ne sorge una bellezza indescrivibile. un paesaggio magico e sconosciuto, che inonda una musica visuale e incantevole." (febbraio 2008)

> leggere l'articolo
   
                                                 
                                                       




    french morning / ritratto della scrittrice catherine cusset (premio goncourt 2008)
"la grazia nostalgica di nicole renaud: "couleurs" fonde la poesia di prévert con. gli accenti di una voce che mi ha ricordato Barbara..."
> leggere l'articolo
         
   
pascale richard's blog
(mrs. richard is the us correspondant of the fashion daily news)
"nicole renaud is a modern iseult seducing her tristan with her romantic ballads ... in the same vein as brigitte Fontaine or marie laforet, she is an inspiring young woman, a poet who dwells in nostalgia ... she closes her show with a 1800 Venetian aria “Barchetta” and transports you in a bal masqué on the grand canal."

> leggere l'articolo
     
communicazione stampa
> pagina stampa



   
scenografia

                                       
  la scenografia è di jacques perdigues. elettrone libero nell'universo della creatività, jacques perdigues è innanzitutto un artista e un visionario. lavora secondo gli incontri, dalle case di moda ai set cinematografici, dalle scenografie teatrali agli eventi, alle installazioni e alla regia. diplomato alla scuola di arti applicate, è stato insignito del premio "christian dior". sulla scena ha lavorato tra gli altri con victoria chaplin, aurélia thiérrée e jean guidoni... la sua opera “femmme 3” è stata presentata alla maison des métallos nel 2009. "couleurs" è la sua prima collaborazione con nicole.
                                       
                                                   
l'album



                                     
  > ascoltare l'album

Buy Now

Couleurs - Nicole Renaud
     
                                     
                                                     
la durata dello spettacolo
- 50': senza intermezzo
- 1'30": con un intermezzo di 20 minuti e la partecipazione del pubblico a scrivere haikus sul tema dei colori.




i musicisti

- solo: voce et fisarmonica;on
- duo: + violoncello
- trio: + quartetto d'archi



scheda tecnica
nicole porta i suoi microfoni senza fili, proiettore, e telo circulare.



concerti passati
festival internazionale di poesia di genova (italie) - 19 juin 2011
opéra de limoges (france) - 18 mai 2011
theaterlab, new york (usa) - février, mars et juin 2011
galapagos, new york (usa), mai 2011
théâtre le temps, paris (france) - janvier 2011
théâtre le bout, paris (france) - septembre 2010
gotland international poetry festival, gotland (sweden) - août 2010
centre culturel français, annaba (algérie) - octobre 2010
nyu maison française, new york (usa) - mai 2010
galapagos art space new york (usa) - nov 2009









haikus del publicco



> haikus di new york
> haikus di napoli